Search artist name

Biography  Chiara Notarnicola is an Italian Light Lyric Coloratura Soprano. In May 2017, she was Niece 1 in Peter Grimes by B. Britten at Teatro Comunale di Bologna - Italy; she has alredy debuted more caracters like Berta in "Il Barbiere di Siviglia" by G. Rossini, Giannetta in "L'Elisir d'amore" by G. Donizetti, Serpina in "La Serva Padr...read more

Biography  Chiara Notarnicola is an Italian Light Lyric Coloratura Soprano. In May 2017, she was Niece 1 in Peter Grimes by B. Britten at Teatro Comunale di Bologna - Italy; she has alredy debuted more caracters like Berta in "Il Barbiere di Siviglia" by G. Rossini, Giannetta in "L'Elisir d'amore" by G. Donizetti, Serpina in "La Serva Padr...read more

  • All performances

maskFrom arts organisation / verified by Operabase

mask From artist / agent

m
 Matinée
t
 Tour
c
 Concert

mask From artist / agent

  • Repertoire (8)
Composer & WorkRoleProductions
Britten
Peter GrimesNiece I1
Donizetti
Don PasqualeNorina1
Il giovedi grassoStefanina1
La Fille du régimentMarie1

Videos

Reviews

La regia di Roberto Catalano, obbligata alle distanze imposte, ci ha risparmiato le mascherine, impossibili da vedere in scena. In mancanza di scene ed attrezzo, si è ricorsi alla luminotecnica, con i proiettori spostati dagli stessi interpreti che hanno cantato senza nemmeno sfiorarsi. Ne ha risentito particolarmente il quartetto del terzo atto: né il Duca ha potuto abbracciare Maddalena, né Rigoletto e Gilda cantare nascosti in un angolo. Ciò detto, non si è trattato di un “concerto in costume” e, anzi, alcune scene hanno avuto una valenza affatto nuova: per esempio durante i “Cortigiani” contro cui si scaglia il protagonista, reso ancor più drammatico dall’assenza del coro.
Andrea Merli
Il tutto nel vuoto di una scena che la regia di Roberto Catalano costruiva, passateci il verbo, sulla sottrazione più radicale: solo quattro fari mobili, azionati ad incorniciare e a ridefinire lo spazio – giocoforza asfittico - entro cui i personaggi avrebbero ordito la loro tela di amore e di morte. Attorno, niente. Solo lo scheletro nero dell’Auditorium, tra cemento e vetrate, e la notte. Un Rigoletto “giacomettiano” e per diversi aspetti cameristico, dolorosamente scarnificato fino al limite estremo della sua essenzialità, con qualche inevitabile taglio alla partitura e quattro sole voci a rappresentare, velenoso contrappunto alle angosce del gobbo buffone, la “dannata vil razza” della corte gonzaghesca. [...] Andate a vederlo. Questo Rigoletto della rinascita merita una passeggiata nel parco.
Elide Bergamaschi

Contact

FAQ's

  • I am an artistHow can I add performances, repertoire, photos, manage my personal contact information? Click Here
  • I am an agentHow can I add my personal and office contact details, update my artist roster? Click Here
  • I am a professional at a theatre, festival, orchestraHow can I use a professional casting tool? Click Here
Explore Artists
© 2022 Operabase Media Limited or its affiliated companies. All rights reserved.